skip to main | skip to sidebar
10 commenti

La Stampa inventa la località di “Belarus, nel mar Baltico”

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete farne una anche voi per incoraggiarmi a scrivere ancora.

In un articolo (copia su Archive.is) non firmato intitolato “Putin pronto a schierare 100mila uomini sul Baltico”, La Stampa cita “il New York Times, che svela le manovre militari di Mosca a Belarus, nel mar Baltico”.

Ma Belarus non è una località. È il nome inglese della Bielorussia. Basterebbe cercare su Wikipedia per saperlo. La frase originale del New York Times, tradotta creativamente da La Stampa, è questa: “The troops are conducting military maneuvers known as Zapad, Russian for “west,” in Belarus, the Baltic Sea, western Russia and the Russian exclave of Kaliningrad”.

Fra l’altro, la Bielorussia non è sul Baltico. Di nuovo, basterebbe cercare su Wikipedia per saperlo.

Quindi se volete sapere davvero dove Putin ha o non ha in corso manovre militari, forse non vi conviene fidarvi troppo dell’anonimo articolista de La Stampa, che a quanto pare non ha molta dimestichezza con l’inglese.

Non lamentiamoci: poteva andare peggio. Visto che il titolo del NYT è “Russia’s Military Drills Near NATO Border Raise Fears of Aggression”, c’era il rischio che qualcuno spargesse l’allarme per la presenza inquietante di trapani militari.

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (10)
@Paolo
"che a quanto pare non ha molta dimestichezza con l’inglese."

A quanto pare nemmeno con la punteggiatura, visto che tutte quelle virgole suggeriscono che le truppe sono schierate in una serie ben definita di locations.
Attenzione DRILL significa anche "addestramento","allenamento". Quindi la frase del NYT ha il significato di "Esercitazioni militari russe vicine al confine NATO..."
Mi censuro da solo. Ho riletto ora la frase e ho capito che si tratta solo di un'ipotesi di cattiva traduzione!
Un articolista alcolista. Frequenterà gli Articolisti Anonimi? Forse sì, visto che è rimasto anonimo.
Ma sì che è nel Baltico, è vicino a Latvia! :-D
E poi se fosse una località sarebbe "sul" mar Baltico, "nel" fa pensare ad un'isola... la famosa isola di Belarus!

Domanda per chi fa le veci di Accademia: è più corretto scrivere "mar Baltico" oppure "Mar Baltico"?
Drill Sergeant... solo anni dopo capii che non era il sergente dei trapani...
Da notare Anche il tono utilizzato nell'articolo, cose da russofobia estrema....
Belarus, infatti, è stata anche una marca di trattori agricoli fabbricati da quelle parti, noti per essere poco sofisticati e piuttosto spartani. Anche gli "spartani" erano conosciuti per le imprese militari, ma non sembra che c'entri un granché...
"This is not a DRILL. this is not a DRILL!"
- Ok, what is? A cocktail blender? 🍹 😊